I Fatti Fritti:le ciambelle sarde del Carnevale.

I Fatti Fritti sono dei dolci tipici sardi a forma di ciambella, preparati principalmente nel periodo di Carnevale.

Noi li prepariamo spesso durante tutto l’anno, sia per la loro bontà che per la loro semplicità di preparazione.

Queste deliziose ciambelle in sardo vengono chiamate “Para Frittus”, che testualmente significa “Frati Fritti”.

Infatti si narra che l’origine del loro nome derivi o dalla loro forma, che ricorda la classica chierica dei frati, o dalla riga bianca che li si forma durante la frittura, che rievoca il cordone del saio dei frati.

Come tutte le ricette tradizionali ne esistono molte versioni in tutta la Sardegna. Io Vi faro’ conoscere quella che uso abitualmente, tramandata dalla mia famiglia ed ampliamente testata.

Ingredienti:

  • 1 kg di farina 00
  • 500 ml di latte parzialmente scremato
  • 4 uova
  • 100 gr di zucchero
  • 100 gr di burro o 100 gr di strutto
  • 30 gr di lievito di birra fresco
  • 1 bustina di vanillina
  • la scorza di un’arancia gratuggiata
  • il succo di 2 arance
  • olio per friggere
  • zucchero q.b. per guarnire

Procedimento:

  • Fate intiepidire il latte in un pentolino sciogliendoci il lievito sbriciolato
  • In un contenitore unite la farina con le uova, lo zucchero, il burro ammorbidito, la vanillina, il succo di 2 arance ed infine il latte con il lievito
  • Lavorate energicamente l’impasto in un piano da lavoro, io uso una grande spianatoia. Aggiungete farina fino ad ottenere un panetto leggermente appiccicoso.

  • Ora fate lievitare per circa 3 ore l’impasto, coperto con un telo umido, in un luogo tiepido. Io mi servo del forno spento con la luce accesa.
  • Trascorse le 3 ore, prendete l’impasto e formate delle palline grandi come delle noci e realizzateci dei buchi in mezzo per formare le ciambelle.

  • Sistemate le ciambelle ottenute in dei vassoi con carta forno, e riponetele a lievitare nel forno spento per altre 2 ore, o almeno finché non raddoppieranno di volume.

  • Ultimata la seconda lievitazione, friggete le ciambelle in olio bollente. Saranno pronte quando risulteranno dorate da entrambe le parti.
  • Infine scolate i Fatti Fritti dall’olio, fateli asciugare su carta da cucina e passateli ancor caldi nello zucchero.

 

L’ideale sarebbe mangiarli caldi appena fatti!

Spero apprezzerete questa semplice ma golosissima ricetta sarda. Se avete dubbi scrivete pure nei commenti e….

Buoni Para Frittus a tottu!

Da |2019-05-25T16:39:57+00:0001/02/2019|Categorie: Ricette, Sardegna|Tags: , , , |4 Commenti

4 Commenti

  1. tes 01/02/2019 at 19:55 - Rispondi

    Ciao, come si fa per avere la striscia bianca esterna?

    • Paola Carta 03/02/2019 at 07:32 - Rispondi

      Ciao! La striscia esterna esce automaticamente durante la frittura.

      • Esse 03/02/2019 at 21:56 - Rispondi

        Ti ringrazio per la tua risposta.
        Ma vanno immersi oppure la parte inferiore per esempio si cuoce, e poi si girano e viene fuori la linea? Perché nonostante la lievitazione perfette a me non esce
        E magari sbaglio friggendoli

        • Paola Carta 07/02/2019 at 10:51 - Rispondi

          Allora una volta che li metti nell’olio caldo si immerge solo una parte e si frigge. Dopo circa 2 minuti li giri e si cuoce l’altra parte. Al centro si dovrebbe formare la riga bianca perché non viene mai completamente immersa nell’olio.

Lascia un commento